La Buona Scuola di Matteo Renzi. Un fallimento voluto per premiare i “Caporali Presidenti degli istituti scolastici”: pochi meriti e tanto potere.

Il discorso del Presidente Sergio Mattarella per l’inaugurazione dell’anno scolastico 2015/2016.


La “buona scuola” (Stefania Giannini)
non solo stenta a decollare ma trova troppi, tanti ostacoli fra i docenti veterani e non.
Si tagliano gli investimenti basilari, soprattutto per i più bisognosi: lavoratori precari, casalinghe, cassintegrati e soprattutto i “senza lavoro”.

preside mafioso?!

preside mafioso?!

frescacce la buona scuola

frescacce la buona scuola

Si, perché di lavoro e dignità l’uomo, la persona, il cittadino italiano, non solo si fortifica e migliora le sue aspettative di vita, ma spende denaro per cercare di dare un minimo di decoro ai suoi figli.
Mandarli a scuola è un’impresa (direi quasi ai limiti dell’usura che le istituzioni bancarie fanno e i mafiosi oltremodo proliferano, questo con il consenso e affari di troppi politici merdosi, dando fiato, voce ai mafiosi per vendere appalti pubblici, ricostruzione e/o edificazione nuove di scuole pubbliche).
Noi di Antimafia pensiamo e pubblichiamo questo:
“Purtroppo quanto giudicato dal Governo vigente e non legittimato dal Popolo Sovrano, porterà maggiori, superiori discordie fra insegnanti precari, in ruolo con il rischio di dover avere la loro cattedra spinta leggermente di qualche chilometro: dal sud al nord Italia; … e se vuoi lavorare o accetti oppure non lavori, considerando i soldi che vengono spesi per il viaggio o l’inutile trasferimento di Maestri, Professori e studenti che dal Nord o dal Sud Italia vengono sballottati, trasferiti senza nulla sentire, senza nulla essere consultati; subire, affrontare, stramazzare fino a quasi 70 anni di età per… pensione precaria, irrisoria. Però il Governo Renzi precisa

la dovuta tassa pensionistica sarà sempre la stessa, differente la retribuzione finale raggiunta l’età massima: 60% della pensione lorda verrà elargita; la liquidazione verrà dimezzata dove il restante 50% sarà spalmata (come dicono loro del Governo), mensilmente; ovviamente deciso da loro, ma già si fanno e si dicono le previsioni: 10€ al mese per il restante 50% della liquidazione (buona uscita!)”

ha deciso il Renzi Matteo.

*Segui i nostri canale:

Mario Piccolino, ucciso dai camorristi, rimosso il video originale dove parlava della sua morte

Mario Piccolino, l’avvocato di Formia che denunciava i camorristi ha avuto una beffa ineguagliabile: il suo video personale dove diceva “chi era e dove voleva essere sepolto dopo la sua morte“, è stato misteriosamente rimosso in poche ore. In compenso rimane traccia di numerosi burocrati e politici che vantano le sue lodi.

Mistero, il video è stranamente scomparso, non più disponibile:

Noi di Antimafia avevamo avuto un piccolo presagio, che quel video potesse essere cancellato, anche se non denunciava o riferifa nomi o fatti camorristici o mafiosi, siamo stati anticipati da chissà quale personaggio, ovviamente che poteva accedere al computer dell’avvocato Mario Piccolino, per poter rimuovere il video originale e metterne uno nuovo; totalmente diverso (ovvio. essendo la durata di oltre 2′), per sostituirlo con un fermo immagine e una voce di fondo di altra persona che accenna alla morte (forse a causa delle sue numerose denuncie contro i clan camorristici), con una voce che stravolge totalmente il contenuto originale realizzato con web cam dallo stesso Mario Piccolino dice con altra voce: “è stato ucciso un pò di tempo fa, pochi minuti di tempo fa… a Formia….” e prosegue il monologo con il fermo immagine.

Disgustoso, delittuoso, meschino, schifoso, omertoso, pure chi pubblica tali stupidaggini, anche perchè ovviamente solo i parenti  dell’avvocato Mario Piccolino, o persone che frequentavano la sua abitazione potevano avere accesso al suo computer per cancellare il suo video: necessario come sappiamo della mail e password originale del canale.
In compenso abbiamo una bella voce di sottofondo che indica…. insomma, non ho parle. ascoltate voi e giudicate!
In merito rimandiamo un video in sintesi che diversi quotidiani online (forse con nostre stesse preveggenza, hanno registrato e pubbicato il reale contenuto, solo parziale di quanto dichiarato da Mario Piccolino).
Siamo e sono incazzato nero!
Non hanno avuto nemmeno rispettato del posto dove voleva essere sepolto in caso di morte rimuovendo il video originale!
Perchè troppo semplice: omertà e inchino a quei clan camorristici e mafiosi che lo hanno ucciso! Quei gran P.d.M
Pezzi di Merda!
CHE SCHIFO!!
P.S.: Di seguito link video. Il primo riprende solo l’immagine dell’avvocato Mario Piccolino e a seguire i lecca culo della politica che si mettono in mostra.


Il video registrato dal quotidiano Il Secolo XIX di Genova dove riporta solo una parte di quello originale.
Avvocato e blogger ucciso a Formia nel suo studio